LE CIME DI RAPA

LE CIME DI RAPA

LE CIME DI RAPA

LE CIME DI RAPA

La cima di rapa(Brassica rapa subsp. Sylvestris var. esculenta) è un ortaggio tipico dell’agricoltura italiana.

Della pianta si consumano le infiorescenze in boccio (dette anche friarielli, nel napoletano, broccoletti o broccoli di rapa) insieme alle foglie più tenere che le circondano.

Per la sua caratteristica di vegetare e produrre con basse temperature è considerato un ortaggio autunnale o invernale, di cui si consiglia l’uso per il contenuto in sali minerali, vitamine e fattori antiossidanti.

Utilizzi delle cime di rapa:

La cima di rapa è usata e molto diffusa nella cucina tradizionale meridionale, in particolare in quella pugliese e campana.

Viene consumata cotta e rappresenta l’ingrediente principale di numerosi piatti tipici della cucina pugliese, tra cui le “orecchiette alle cime di rape”.

Caratteristiche delle cime di rapa:

La cima di rapa è molto apprezzata anche per il suo basso valore calorico, che è di 22 kcal per 100 g.

  • La sua composizione chimica media è la seguente:
  • 92% di acqua
  • 2,9% di proteine
  • 0,3% di lipidi
  • 2% di carboidrati
  • 2,9% di fibra

In 100 g di parte edule sono presenti, inoltre, 1,5 mg di ferro, 97 mg di calcio, 69 mg di fosforo, 225 µg di vitamina A, 110 mg di vitamina C, ed anche un elevato contenuto di polifenoli.

E’ un ortaggio che può essere consumato dalle persone allergiche al nichel, sempre con moderazione, meglio in reintroduzione.

Come molte altre verdure a foglia verde il quantitativo di nichel in esso è molto variabile e dipende dal terreno di coltura e da come è stata coltivata.

Meglio considerarla a medio contenuto di nichel.

Alcuni non la tollerano, ma, a volte, basta comprarla altrove, per avere maggiore tolleranza.

E’ anche adatta a chi è intollerante all’istamina.

E’ perfetto da mangiare da solo o in accompagnamento con pasta, carni o sulle bruschette.

Le cime di rapa si comprano al supermercato o, meglio al mercato ortofrutticolo e si preferiscono con foglie piccole e sode e con i bocci fioriti.

Cucinare le cime di rapa:

Si possono mangiare lessate o ripassate in padella; con altre verdure o con carni, tipo salsiccia, pancetta e straccetti di vitello.

E’ un ortaggio versatile e gustoso che mi piace molto usare, anche se ha la pecca della lunga cottura e dell’odore non proprio fantastico che rilascia.

Volendo, si può utilizzare la pentola a pressione, cuocendo per 6 minuti.

La cottura con la pentola a pressione è  da sconsigliare a chi allergico al nichel a meno che non ci sia una pentola a pressione senza nichel.

Si dovrà, per questo motivo, cercare una pentola a pressione con acciaio 18/00 o acciaio al carbonio.

Di seguito vi riporto alcune ricette in cui ho utilizzato le rape, ma ne compaio altre, scrivendo “rape” nella lente di ricerca nel blog:

FILEI CON RAPE E PANCETTA

ORECCHIETTE ALLE CIME DI RAPA

TACO DI KAMUT VEGAN CON LE RAPE

TACO DI KAMUT ALL’OLIO CON CHILI E RAPE

CROSTATA SALATA DI VERDURE

Vedi anche:

RICETTE SENZA NICHEL

RICETTE VEGANE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.