BOCCONOTTI SENZA BURRO

BOCCONOTTI ABRUZZESI SENZA STRUTTO

BOCCONOTTI ABRUZZESI SENZA STRUTTO

BOCCONOTTI ABRUZZESI SENZA STRUTTO

I bocconotti abruzzesi sono dei dolcetti tipici dell’entro terra abruzzese, originari della zona di Castel Frentano, ripieni di mandorle e cioccolato, con una pasta frolla generalmente preparata con strutto.

Si chiama bocconotto, perchè da sempre, è un dolce di formato piccolo, che si poteva mangiare in un sol boccone, da qui, bocconotto.

La forma piccola, è rimasta fino agli anni ’50, dopo di che, è iniziata ad aumentare, raggiungendo le forme odierne, della grandezza di una crostatina monodose.

Le varianti sono molte, tra cui la versione con l’aggiunta di marmellata d’uva, nello specifico, scrucchiata d’uva, oltre al cioccolato e alle mandorle.

La versione di Castel Frentano, vuole il ripieno a base di cioccolato, mandorle e cannella, ma, in questa ricetta che vi propongo, usiamo la versione con la marmellata d’uva, della zona di Montorio al Vomano.

Questa variante, prevede l’aggiunta, anche di marmellata d’uva( guarda qui come fare la scrucchiata d’uva),versione che si usa anche per il ripieno dei fritti di Natale.

Per preparare i bocconotti abruzzesi senza strutto e burro, userò l’olio e un barattolo di scrucchiata d’uva, che si trova anche al supermercato, se non è periodo per farla in casa.

Con il quantitativo di farina, ci escono 8 bocconotti, usando uno teglia stampo per muffin, ma si possono fare anche più grandi o più piccoli, in base allo stampo  o ai pirottini che si vogliono usare.

Raddoppiare le dosi, per aumentare il  numero di bocconotti abruzzesi senza strutto, che si vogliono fare.

INGREDIENTI PER 8 BOCCONOTTI:

210 GRAMMI FARINA 00

55 ML OLIO EVO

55 GR ZUCCHERO

1 UOVO

SCORZA DI MEZZO LIMONE GRATTUGIATO

30 ML ACQUA (O LATTE DI RISO)

20 GR MAMDORLE

20 GR CIOCCOLATO

MARMELLATA D’UVA ( scrucchiata d’uva, preferibilmente)

ZUCCHERO A VELO

MEZZO CUCCHIAINO DI BAKING POWDER ( oppure 2 gr di cremor tartaro + 2 gr di bicarbonato) (fac)

Preparazione della pasta frolla per i bocconotti abruzzesi senza strutto:

In una ciotola, setacciare la farina, aggiungere lo zucchero e la scorza di limone grattugiata.

Versare l’olio e rompere l’uovo, da aggiungere nella ciotola, iniziando ad impastare il tutto, insieme.

Se troppo farinoso, aggiungere l’acqua o l’olio di riso, continuando ad impastare, fino ad ottenere un impasto omogeneo e facile da lavorare.

In questa versione, ho evitato del tutto i latticini, per renderla adatta a chi è allergico al latte ed alle sue proteine, così come per gli intolleranti al lattosio.

Ottenuto il panetto, ricoprirlo di pellicola e metterlo in frigorifero per 20 minuti, a riposare, in modo che gli ingredienti leghino tra loro.

Normalmente nella pasta frolla non va messo il lievito, ma se si vuole ottenere una cupola più gonfia in cottura, si può aggiungere un mezzo cucchiaino.

Ho usato lievito per dolci a base di solo cremor tartaro e bicarbonato, fatto in casa (guarda qui il video), per renderlo adatto a chi è allergico ai lieviti.

Preparazione del ripieno per i bocconotti abruzzesi senza strutto:

Sminuzzare il cioccolato fondente, circa 2 quadratini, con una mezza luna, fino ad ottenere un trito di cioccolato.

Stessa cosa per le mandorle, che, preferibilmente, andrebbero anche tostate prima, ma si possono anche usare al naturale, senza buccia.

In una ciotolina, versare metà barattolo di marmellata d’uva e aggiungere ad essa il trito di cioccolato e mandorle.

Mischiare il tutto.

Preparazione dei bocconotti abruzzesi senza strutto:

Su una spianatoia leggermente infarinata, adagiare il panetto, tolto dal frigo e dalla pellicola e lavorarlo un pò, quindi passare alla stesura con il mattarello.

La frolla va stesa sottile, sui 3 millimetri, circa, tanto lieviterà in cottura, ancor di più se si aggiunge il lievito.

A questo punto, si passa al taglio con le formine, di 2 grandezze diverse: una da 6 centimetri di diametro per il cestino ed uno da 4 centimetri, per la cupola.

Se serve, rifilare un pò il bordo con una rotella taglia pizza, se la pasta eccede troppo, quando si va a posizionare il dischetto più grande dentro lo stampo, precedentemente oliato ed infarinato.

Di sotto, lo stampo che ho usato.

Una volta ritagliati tutti i dischetti, uno grande ed uno piccolo, per ogni bocconotto e posizionato il più grande nello stampo, fare dei forellini con una forchetta.

Versare un cucchiaino di ripieno in ogni cestino, senza esagerare altrimenti sborda in cottura ( ed io che li faccio tanto carichi, ne so qualcosa!)

Ora, coprire con il dischetto più piccolo, facendolo ben aderire alla base.

Infornare e cuocere in forno già caldo, in modalità statico, a 170°C gradi, per 35 minuti, circa.

Sfornare e mettere a raffreddare su una gratella.

Quando i bocconotti abruzzesi senza strutto sono freddi, coprire con abbondante zucchero a velo.

Un trucchetto è quello di mettere la gratella direttamente sul lavello, in modo che lo zucchero a velo in eccesso, cada dentro di esso, evitando di sporcare ovunque.

I bocconotti si mantengono fino a 4/5 giorni, sempre che ci arrivino!

Ricetta vegetariana, senza burro, strutto, latte, lattosio, proteine del latte, caseina e lievito, ad alto contenuto di nichel.

BOCCONOTTI SENZA BURRO

Vedi anche:

DOLCI SENZA NICHEL

DOLCI CON LICOLI

RICETTE SENZA ISTAMINA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.