PIZZETTE FRITTE

PIZZETTE FRITTE

PIZZETTE FRITTE

PIZZETTE FRITTE
interno della pizzetta

Per cuocere le mie pizzette fritte uso olio di riso, concesso per il nichel.

L’olio di riso rimane leggero e delicato e le pizzette non ne assorbono troppo….per chi, come me, allergico al nichel, l’olio di riso è l’unico olio con cui poter friggere.

Adoro le pizzette fritte e, da quando le friggo in olio di riso, le faccio più spesso: sono una gioia per il palato!

Le fritture con oli di semi sono alimenti già grasse di per sè, ma per un’allergico è uno di quegli alimenti da eliminare perchè hanno un’elevata quantità di nichel.

Se avete il lievito madre o il li.co.li, cioè il lievito a coltivazione liquida, come me, potete usare quello; se, invece, comprate il lievito  madre essiccato, assicuratevi che sia senza lievito di birra.

INGREDIENTI:

500GR FARINA 00
30 ML OLIO EVO
300 ML ACQUA

150 GR LIEVITO MADRE O LI.CO.LI

( 10 gr di lievito madre essiccato o MEZZA BUSTINA DI LIEVITO NATURALE PER PIZZA E FOCACCE: leggete bene gli ingredienti ed evitare quello che ci fanno male, soprattutto amido di mais e lievito di birra)


10 GR DI SALE CIRCA
5 GR ZUCCHERO

Preparazione delle pizzette fritte:

Sciogliere il licoli in acqua, con lo zucchero; poi aggiungere l’olio.

Infine inglobare la farina, un pò alla volta e impastare bene fino ad incordare il composto.

Si può lavorarlo a mano o in una planetaria.

Spostare l’impasto su un piano di lavoro infarinato e sbattere bene l’impasto fino a renderlo elastico.

Il procedimento di sbattere l’impasto serve ad attivare il glutine. 

Se esce troppo duro, aggiungere un po’di acqua o farlo lievitare vicino a una fonte di calore può aiutare.

Un altro metodo per aiutare la lievitazione è quello di metterlo sopra una pentola di acqua calda, coperto da pellicola.

Il vapore aiuterà la lievitazione dell’impasto se l’ambiente è troppo freddo.
Lasciare lievitare almeno 4 ore in estate, anche 6/8 ore in inverno, in base alla temperatura della cucina.
Stendere le pizzette, aiutandosi con un matterello o a mano.

Lasciare uno spessore di mezzo centimetro.

Bucherellare con una forchetta le pizzette fritte.

Scaldare l’olio di riso, stando attenti a non superare il punto di fumo.

L’olio di riso tende ad essere più delicato: se troppo alta la temperatura, va abbassata: la fiamma sul medio andrà benissimo.

Per controllare che l’olio si arrivato a temperatura, inserire uno stecchino nell’olio: se si formano le bolle intorno ad esso è pronto.

Cuocere un paio di minuti per lato, scolare e mettere sopra un foglio di carta assorbente.

Ottime da sole, ma fenomenali accompagnate con zucchine grigliate, peperoni arrosto e prosciutto crudo senza aglio e spezie ben stagionato per gli allergici al nichel.

Con affettati vari per chi non è allergico al nichel.

Potete usare qualsiasi tipo di contorno che desideriate, meglio se fanno parte della lista degli alimenti concessi.

Ricetta vegan senza nichel, lievito di birra, additivi.

Le pizzette fritte si possono fare anche ripiene, come si vede nella foto

PIZZETTE FRITTE
pizzetta fritta ripiena

Vedi anche:

PIZZE E PANE SENZA NICHEL

PIZZE FRITTE SENZA LIEVITAZIONE

RICETTE VEGANE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.