SAGNETTE E GNOCCHETTI SARDI SENZA GLUTINE

SAGNETTE E GNOCCHETTI SARDI SENZA GLUTINE

SAGNETTE E GNOCCHETTI SARDI SENZA GLUTINE

SAGNETTE E GNOCCHETTI SARDI SENZA GLUTINESAGNETTE E GNOCCHETTI SARDI SENZA GLUTINE

 

Ho comprato la farina di ceci  e ho sperimentato vari modi per utilizzarla…tra questi la pasta fresca!!

Eh sì, ho deciso di cimentarmi con vari tipi di pasta, tutti rigorosamente tirati a mano perchè tanti anni fa ho buttato la macchina per la pasta.

“Tanto non mi serve”, mi dissi, perchè non ci pensavo minimamente a fare la pasta in casa dopo le  mie esperienze da ragazza.

Ed invece, caso della vita vuole che mi sono ritrovata di nuovo a fare la pasta fatta in casa, come una volta.

La ricetta delle sagnette e degli gnocchetti senza glutine è la stessa; alla fine cambia solo la forma che si dà alla pasta.

Questa ricetta è adatta a vegetariani, celiaci e allergici al nichel.

Chi segue una dieta vegana o è allergico alle uova, può sostituire l’uovo, come indico di seguito.

Per ulteriori informazioni sulla sostituzione dell’uovo nelle ricette, clicca qui).

INGREDIENTI:

280 FARINA DI CECI

1 TUORLO D’UOVO ( si può sostituire con un cucchiaio di fecola di patate sciolto in 20 ml d’acqua)

SALE

100 ML D’ACQUA

1 CUCCHIAIO OLIO EVO

Preparazione delle sagnette e gnocchetti sardi senza glutine:

Su una spianatoia, fare una fontana con la farina.

Aprire il centro e mettere il tuorlo, l’olio, il sale e un po’dell’acqua e iniziare ad impastare.

Si può sostituire l’uovo con un cucchiaio di fecola di patate sciolto in 20 ml d’acqua.

Piano piano, aggiungere l’acqua se serve e impastare.

Fare una palla e ricoprire con la pellicola.

Mettere in frigo e lasciar riposare per almeno mezz’ora.

Come fare le sagnette senza glutine:

Per le sagnette, stendere la pasta alta un 3 millimetri e fare delle strisce da tagliare più o meno lunghi 3/4 cm.

Tempo di cottura 4 minuti.

Come fare i gnocchetti sardi:

Per gli gnocchetti sardi o cavatelli, invece, fare dei cilindretti alti un centimetro e tagliare a tocchetti di 1 cm di lunghezza.

Mettere i tocchetti tra le dita, prendendoli con il medio e facendolo ruotare tra le dita scivolando per un paio di centimetri, in modo da formare la cavità centrale.

La pasta scivolerà sotto le dita, dando la particolare forma.

Volendo potete usare quello strumento di legno rigato che si usa anche per gli gnocchi.

Il tempo di cottura varia in base al formato.

Tempo di cottura: 5/6 minuti.

La pasta fresca si conserva per qualche giorno in frigorifero, a 4 gradi, coperto da pellicola.

Per conservarla per un periodo più lungo, si può congelare.

Ricetta vegetariana, senza nichel e glutine.

Vedi anche:

RICETTE SENZA ISTAMINA

DOLCI E BEVANDE SENZA GLUTINE

LISTA ALIMENTI PER INTOLLERANZA ALL’ISTAMINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.