pane semola e Cappelli
LIEVITATI VEGAN PIZZE E PANE

PANE SEMOLA E SENATORE CAPPELLI

PANE SEMOLA E SENATORE CAPPELLI

Pane semola e Senatore Cappelli

Oggi ho voluto preparare il pane semola e Senatore Cappelli con le farine di semola e di grano duro Senatore Cappelli. Il grano Senatore Cappelli è una varietà di grano antico che contiene meno nichel, come tutti i grani antichi, rispetto a quelli di uso comune.

INGREDIENTI:

200 GR LICOLI RINFRESCATO E RADDOPPIATO

350 GR FARINA DI GRANO DURO SENATORE CAPPELLI 

250 GR SEMOLA RIMACINATA

30 ML OLIO DI RISO

50 ML OLIO D’OLIVA

10 GR SALE

250 ML  ACQUA

1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO

Preparazione del licoli:

Prendere 60 grammi di licoli dal barattolo rinfrescarlo con 60 gr di acqua e 60 di farina 00 e far lievitare fino al raddoppio, circa 4 ore.

Preparazione del pane semola e Senatore Cappelli:

Sciogliere il lievito in una planetaria con l’acqua a temperatura ambiente. Aggiungere lo zucchero, mescolare bene; quindi versare gli oli. A questo punto, iniziare a versare la farina, continuando a mescolare con una spatola di silicone. Dopo avere versato metà della  farina, aggiungere il sale, che, così, non andrà in contatto diretto con il lievito bloccandone l’effetto lievitante. Far partire la planetaria a velocità 2 e continuare a versare la farina, mentre la macchina mescola l’impasto.

Trasferire l’impasto su un piano di lavoro infarinato; lavorarlo con le mani, per qualche minuto per far sviluppare la rete glutinica. Mentre impasti, fai delle pieghe e arrotola il pane su sé stesso, giralo, stendilo un pochino e arrotolalo ancora, per far incamerare aria. Lascialo riposare una decina di minuti, fai altre pieghe e ripeti l’operazione per un paio di volte. Riponi in una ciotola da lievitazione  dopo aver fatto un’incisione a ics sull’impasto e mettere in frigo per tutta la notte (io ho impastato il pomeriggio).

Seconda lievitazione del pane semola e Senatore Cappelli:

Al mattino, tirare fuori dal frigo e farlo ambientare almeno un’oretta prima di procedere con una serie di pieghe a tre, prima e poi arrotolandolo più volte su sé stesso. Far riposare una ventina di minuti e ripetere per almeno 3 volte. Le pieghe servono a far incamerare più aria possibile al pane, per farlo venire bello alto e alveolato, insieme all’azione del lievito, che genera anidride carbonica, producendo, così, le classiche bolle d’aria.

Se non riesci al mattino a riprendere l’impasto, puoi tirarlo fuori a pranzo, come ho fatto io dopo essere tornata dal lavoro. Dopo aver arrotolato su sé stesso il pane per l’ultima volta e fallo lievitare fino al raddoppio. Se le temperature esterne non sono alte, puoi mettere il pane in una ciotola e poi in forno spento con la luce accesa, che raggiunge una temperatura di 30° C gradi, ideale per la lievitazione.

Aspettare il raddoppio della pagnotta, 8 ore almeno a temperatura costante di 30 °C gradi (io l’ho lasciato nel forno spento con la luce accesa). Questo tipo di pane ha bisogno di una lievitazione molto lunga perché contiene farine a basso contenuto glutinico e anche di una idratazione maggiore, volendo. Fare le incisioni sul pane, profonde. Infornare in forno caldo a 220 ° C gradi, in modalità ventilato se hai uno Smeg ( o in base alle specifiche del tuo forno per il pane che trovi nelle istruzioni) per 10 minuti, per far formare la crosticina. Abbassare la temperatura a 200° C gradi e cuocere per almeno 50 minuti, in base alla grandezza della pagnotta.

Ricetta vegan; senza nichel, lievito di birra, lattosio, proteine del latte e caseina.

Come conservare il pane semola e Senatore Cappelli:

Si può conservare il pane semola e Senatore Cappelli in un sacchetto di carta per alimenti, oppure in una borsa per il pane, racchiuso da un tovagliolo o in un sacchetto di plastica, o in un portapane. Si può tagliare il pane semola e Senatore Cappelli a fette e riporre in freezer, dentro dei sacchetti fino al momento dell’utilizzo. Basta mettere il pane nel microonde per 30/40 secondi, in uno scalda panini o in un tostapane.

Vedi anche:

RICETTE SENZA ISTAMINA

RICETTE SENZA NICHEL

RICETTE SENZA GLUTINE

RICETTE VEGANE

 

 

 

Chi siamoKikkalove

Sono da sempre allergica al nichel, alla polvere, all'aglio, ai profumi e molte alte cose....
Già solo il nichel è un'impresa, ma, purtroppo, le mie allergie sono aumentate perciò....
Idea!!! Iniziare un blog dove raccogliere tutto il mio sapere e la mia esperienza, utile a darmi una mano nella vita quotidiana con le
allergiesia a me che a chi ha problemi simili ai miei, creando piatti gustosi, priva di allergeni si, privo di gusto no!!
Se la ricetta non esiste, la creo!!
Questo blog è dedicato ad allergici, intolleranti, vegani e celiaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.