TORRONCINI AL CIOCCOLATO ALTERNATIVI

TORRONCINI AL CIOCCOLATO VEGAN SENZA GLUTINE

TORRONCINI AL CIOCCOLATO  VEGAN SENZA GLUTINE

TORRONCINI AL CIOCCOLATO VEGAN SENZA GLUTINE

Quest’anno, come idea per Natale, ho creato dei torroncini al cioccolato vegan senza glutine, perciò senza lattosio, proteine del latte e caseina.

Come base per questi torroncini fatti in casa ho usato la scrucchiata d’uva ( leggi qui come prepararla), che è una marmellata d’uva nera con aggiunta di cioccolato e frutta secca.

Per preparare questi torroncini ho preparato una marmellata d’uva più densa del solito, aumentando lo zucchero e ho raddoppiato le dosi di frutta secca e cioccolato.

L’aumento delle dosi ha permesso di ottenere un composto denso che, raffreddandosi, forma dei torroncini.

Questi torroncini li ho preparati per il mio compagno, goloso di cioccolato e uva, che li ha ribattezzati “le sue barrette proteiche alternative”:)

Anche se non hanno proteine del latte, che vengono aggiunte agli alimenti proteici, il quantitativo totale di proteine è di oltre 45 gr.

Essendo molto goloso, cerco di preparargli io dolci di vario genere, almeno sono più sani dei prodotti confezionati.

INGREDIENTI PER LA MARMELLATA D’UVA:

1,5 KG DI UVA MONTEPULCIANO ( oppure prendere dei vasetti di marmellata nera)

550 GR ZUCCHERO

INGREDIENTI PER I TORRONCINI AL CIOCCOLATO ALTERNATIVI:

50 GR MANDORLE TRITATE

80 GR NOCI

100 GR CIOCCOLATO FONDENTE

Preparazione della marmellata d’uva:

Mettere in ammollo in acqua e bicarbonato la marmellata d’uva, per lavarla ed eliminare eventuali residui di pesticidi.

Sgranare l’uva e mettere gli acini in una ciotola, eliminando gli acini non sodi, che possono essere andati a male.

Mettere gli acini d’uva in una casseruola, coprire con lo zucchero cuocere a fuoco basso la marmellata, fino a che si rapprende ( guarda qui il video su come si fa la marmellata).

A metà cottura, si può passare un colino per eliminare i semini dell’uva oppure decidere di toglierli alla fine, come rimane più comodo.

Cuocere per 3 ore fino a che si addensa la marmellata.

Per fare i torroncini al cioccolato vegan senza glutine, la marmellata deve essere ben densa che, poi, raffreddandosi, si addensa ancora.

Se non si vuole preparare la marmellata, si può usare quella in vasetto, rimettendola sul fuoco, per farla addensare ulteriormente, aggiungendo qualche cucchiaio di zucchero.

Far raffreddare in una ciotola la marmellata, nel frattempo, tritare in un macinino le mandorle, mentre per le noci e il cioccolato, usare una mezzaluna su un tagliere di legno.

Quando la marmellata è leggermente tiepida, aggiungere la frutta secca e il cioccolato, che si scioglierà col calore della marmellata.

 

Su un foglio di carta forno versare il composto, coprirlo con un altro foglio di carta forno e stenderlo, aiutandosi con un mattarello di legno.

La mattonella di torroncini al cioccolato vegan senza glutine deve avere uno spessore di 4 mm, circa.

torroncini al cioccolato vegan senza glutine
tagliare l’impasto raffreddato in rettangoli

Il torroncino non deve essere troppo alto perchè, avendo come base la marmellata, tenderà ad essere leggermente gommoso.

Con una rotella da pizza, tagliare prima in orizzontale, poi in verticale delle sezioni rettangolare dello spessore di 3 cm di larghezza circa.

Una volta che sarà del tutto freddo, staccare del tutto i torroncini al cioccolato vegan senza glutine nelle varie sezioni e metterli in un vassoio.

Un’idea per averli a disposizione per lunghi periodi, è quella di confezionare singolarmente i torroncini.

torroncini al cioccolato vegan senza glutine

Conservazione dei torroncini al cioccolato vegan senza glutine:

Tagliare delle sezioni di carta forno e incartare il torroncino all’interno, quindi, chiudere con della stagnola, a pacchetto, monodose.

In questo modo il torroncino al cioccolato vegan senza glutine potrà essere gustato anche tempo dopo dalla sua preparazione, se ci si vuole anticipare per Natale.

Inizialmente i torroncini, se mangiati subito, risulteranno un pò gommosi.

L’ideale è prepararli un paio di settimane prima; infatti, col il passare del tempo i torroncini si insaporiscono maggiormente e diventano più morbidi.

La gommosità iniziale si perde col passare del tempo e il gusto ed il profumo di questi bombe di sapore aumenta.

Ogni morso, infatti, è un’esplosione di sapori in bocca, che invade corpo e mente.

Ricetta ad altissimo contenuto di nichel; vegan, senza glutine, lattosio, proteine del latte, caseina.

Vedi anche:

DOLCI CON LICOLI

RICETTE SENZA GLUTINE

Dal mio canale Youtube:

Come fare il ripieno dei fritti di Natale con la scrucchiata d’uva abruzzese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.