Grissini al rosmarino attorcigliati

GRISSINI AL ROSMARINO ATTORCIGLIATI

GRISSINI AL ROSMARINO ATTORCIGLIATI 

Mi piace preparare i grissini, da mangiare come snack e cambio sempre le forme e i gusti.

Questa volta, ho deciso di prepararli al rosmarino, dalla forma particolare, attorcigliati, per la creazione del video sulla loro preparazione.

Grissini al rosmarino attorcigliati

INGREDIENTI:

500 GR FARINA 00

ALLERGIA AL NICHEL: cosa mangiare e cosa non mangiare

1 CUCCHIAIO SEMOLA RIMACINATA

270 ML ACQUA

150 GR LICOLI RINFRESCATO E RADDOPPIATO

9 GR SALE

1 CUCCHIAINO DI SCIROPPO DI RISO (o zucchero)

1 CUCCHIAINO DI ROSMARINO IN POLVERE O TRITATO

Rinfresco del licoli:

Prendere 40 gr di licoli e rinfrescarlo con 40 ml di acqua e 40 gr di farina.

Amalgamare bene in una ciotola, eliminando ogni grumo, quindi trasferire in un bicchiere dosatore e aspettare il raddoppio.

Con temperature tra i 28 e i 30 gradi, ci vorranno 4 h circa.

Per chi non ha il llievito madre in casa, può usare lievito madre essiccato senza lievito di birra nella composizione, circa 10 gr o 6 gr di lievito di birra, non adatto ai nichelini.

Preparazione dell’impasto dei grissini attorcigliati al rosmarino:

Sciogliere il lievito in una planetaria con lo sciroppo di riso e mescolare.

Chi non ha lo sciroppo di riso, può usare zucchero o altro dolcificante naturale.

Aggiungere la farina, setacciata è meglio, un pò alla volta.

Versare il rosmarino all’interno dell’impasto, che sia tritato o in polvere, ma sempre secco.

Far incordare l’impasto, quindi aggiungere l’olio e, infine, sciolto in un pochino di acqua che vi sarete tenuti da parte, il sale.

Il sale va sempre alla fine, non a contatto diretto con il lievito, perchè ne blocca la lievitazione, al contrario dello zucchero, che la favorisce.

Trasferire l’impasto ormai incordato su un piano di lavoro infarinato con della semola.

Lavorarlo un pò a mano.

A quesgto punto potete decidere di formare una palla e metterlo a lievitare dentro una ciotola oliata, oppure stendere l’impasto, fino a dargli una forma rettangolare.

Spennellare con olio evo il rettangolo e far raddoppiare sul piano di lavoro, coperto ocn un pò di pellicola.

Il raddoppio dipende dalla temperatura di casa e dalla stagione in cui lo fate.

Pezzatura dei grissini al rosmarino attorcigliati:

Una volta che l’impasto sarà ricresciuto, con una rondella tagliare delle strisce dello spessore di 1 cm, quindi lavorare le strisce per farli diventare dei cilindretti.

L’impasto tende ad allungarsi, perciò si può ripiegare a metà e attorcigliarlo su sè stesso.

Se avete fatto la palla, staccate dei pezzetti di impasto di 40 gr circa e allunganteli a formare un cilindro lungo e sottile.

Se volete farli attorcigliati, stendete il più possibile l’impasto e seguite la prcoedura come spiegata sopra.

Disporre i grissini al rosmarino attorcigliati su una leccarda ricoperta di carta forno, distanziati gli uni dagli altri,

Far raddoppiare i grissini, quindi spennellarli con olio d’oliva.

Volendo, potete aggiungere un pò di rosmarino in superficie, oppure evitare lo spennellamento se volete un grissino più dietetico.

Cuocere in forno ventilato a 200°C gradi per 15/20 minuti, in base alla grandezza dei grissini.

Si conservano per almeno 10 giorni e più in un sacchetto di plastica in cui avrete messo uno pezzetto di scottex per assorbire l’umidità.

Lo scottex permette al grissino di rimanere croccante e fragrante a lungo, senza ammuffire o perdere fragranza.

Ricetta senza nichel, lievito di birra; vegan e light.

Potete fare i grissini anche semplici, senza rosmarino e senza attorcigliarli.

Grissini

Grissini

Clicca sui link per altre ricette di lievitati: “Pizze e pane” o “Dolci con licoli

Per la videoricetta dal mio canale YouTube e prepararlo insieme a me clicca qui.

VEDI ANCHE:

Playlist su come creare e curare il licoli su Youtube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.