Senza latte e burro e uova

GELATO ALLA PESCA SENZA NICHEL E LATTICINI

Gelato alla pesca senza nichel e latticini

Senza latte e burro e uova

Arriva l’estate ed ora?…..

il dover rinunciare al gelato, che prima mangiavo tutti i giorni, sembra incredibile e una sofferenza indicibile….per farvi capire, io da piccola venivo portata dai miei genitori, nati ante seconda guerra mondiale, ogni domenica in montagna e sono cresciuta bevendo il latte appena munto e bollito per sterilizzarlo dalla mucca…ci mancava solo che mi attaccassero direttamente alla mammella!! Passare da bere quasi un litro di latte al giorno ai bei tempi, a non poterlo bere per niente, è una bella botta da metabolizzare. Inoltre, si sa che chi è allergico  al nichel mangia molti latticini, essendo concessi.

La mia sfida, quindi, è stata capire come poter realizzare un gelato adatto a me e a chi, come me, non può mangiare latticini e alimenti contenenti nichel.

Ho letto un pò in giro come si fa il gelato, con la gelatiera e non, classico o vegano, per capire come potessi realizzarlo e in che proporzioni  regolare le dosi.

ALLERGIA AL NICHEL: cosa mangiare e cosa non mangiare

Questo è il mio primo tentativo e, tutto sommato, ho ottenuto un buon risultato: è cremoso e si sente il sapore della pesca, che è la base principale del mio gelato, chè è nichel e gluten free.

L’esperimento:

Per ottenere il mio gelato alla pesca senza nichel e latticini,  ho usato le pesche noci, perchè sono allergica al pelo della pesca normale, ma voi potete usare anche la pesca normale se non vi dà problemi, o altra frutta concessa.

Avevo appena comprato le pesche e ho deciso di partire da loro.

Come primo tentativo sono molto soddisfatta del risultato e lo voglio condividere con voi, visto che non ci sono ricette in giro per chi ha i miei stessi problemi, per fare il gelato.

D’altronde, non ci sono ricette per nessun tipo di dolce in rete, per questo mi devo impazzire a creare soluzioni adatte a me.

In commercio, poi, neanche a parlarne!!

C’è il gelato per i vegani, a base di soia, per i celiaci, per gli intolleranti al lattosio, a base di latte di mandorla o senza lattosio, ma per chi è allergico al nichel  e ai latticini non c’è niente purtroppo!

INGREDIENTI:

350 GR PESCA NOCE

300 GR PANNA MONTATA DI RISO

80 GR DI ZUCCHERO

Preparazione del gelato alla pesca senza nichel e latticini:

Per prima cosa, preparare la panna montata di riso (clicca qui per la ricetta).

Lavare e tagliare a pezzetti le pesche.

Metterle in un mixer e frullare.

A questo punto aggiungere lo zucchero e la panna e far amalgamare il tutto.

Trasferire in una gelatiera e far andare per il tempo e la velocità stabilita dalla gelatiera

( quella che ho usato io ha una sola velocità e ci mette 15/20 minuti a fare il gelato).

Versare in un ciotolino chiuso e conservare in freezer fino all’utilizzo.

Per chi non ha la gelatiera, si può fare anche senza, seppur più macchinoso come procedimento:

Mettere la ciotola in freezer per 3 h, mescolare il composto ogni 30 minuti.

Ricetta senza nichel,glutine  e latticini, adatta a chi è allergico alle proteine del latte o intollerante al lattosio.

Per una ricetta vegan, sostituire la gelatina della panna montata con 2 gr di agar agar.

Ricordo che l’agar agar non va bene per i nichelini.

Come sempre, continuerò a migliorare la ricetta del gelato e a fare anche altre varianti, ma, se avete dei consigli o idee, potete sempre scriverlo nei commenti.

Trovate anche la ricetta del gelato fit nel blog, se volete una versione più leggera(clicca qui per la ricetta).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.