INVOLTINI PRIMAVERA SENZA NICHEL

INVOLTINI PRIMAVERA SENZA NICHEL

INVOLTINI PRIMAVERA SENZA NICHEL

INVOLTINI PRIMAVERA SENZA NICHEL

Nella mia ricerca della rivisitazione della cucina cinese, per renderla senza nichel, adatta a chi è allergico al nichel, come me, ho voluto reinventare gli involtini primavera.

I classici sono fatti con verza e altre verdure non concesse, per non parlare della frittura in olio di semi….una bomba allergica per chi è allergico al nichel!!

Perciò, ho deciso di rendere un piatto tabù per me, che presenta anche verdure che non amo, come la verza, in un piatto anallergico e delizioso.

ALLERGIA AL NICHEL: cosa mangiare e cosa non mangiare

Ho,perciò, sostituito gli ingredienti dentro la cialda di riso, usando solo ingredienti concessi, a basso contenuto di nichel e il risultato è stato strepitoso!

Per preparare gli involtini di riso, si avrà bisogno di comprare le cialde di riso, che si trovano facilmente al supermercato, nella corsia degli alimenti della cucina cinese.

Per gli allergici a lnichel, assicurarsi che, negli ingredienti delle cialde scelte, non ci siano ingredienti non concessi.

INGREDIENTI:

CIALDE DI RISO

1 ZUCCHINA

1 CESPO DI INDIVIA BELGA

SALE E PEPE

1 CAROTA

PAPRIKA IN POLVERE

CURCUMA IN POLVERE

OLIO PER FRIGGERE ( riso o evo per gli allergici al nichel e intolleranti all’istamina)

Preparazione degli involtini primavera senza nichel:

Lavare le verdure sotto acqua corrente o riempire un catino d’acqua e lasciarla lì qualche minuto, con bicarbonato di sodio, per eliminare i pesticidi sulla superficie, quindi sciacquare.

Su un tagliere di legno, passare a preparare le verdure: tagliare a metà l’indivia belga, posizionarla per lungo e tagliarla a striscioline.

Passare poi alle zucchine: eliminare le estremità, quindi, tagliarle prima a fette, per la lunghezza, quindi a striscioline; stessa cosa per i peperoni, dopo aver eliminato anche i semini e i filamenti interni.

Preparare le cialde secondo le indicazioni: inumidirle sotto l’acqua, e poi metterle su un canovaccio bagnato e strizzato, quindi coprire con un altro canovaccio umido.

In questo modo le cialde si ammorbidiscono e si possono arrotolare facilmente.

Io preferisco mettere 2 cialde, una sopra l’altra e attaccarle insieme, per preparare gli involtini primavera senza nichel.

A questo punto, prendere la cialda e metterla su un tagliere di legno.

Mettere il mix di verdure, precedentemente salate e pepate su un bordo e arrotolare su sè stesso, chiudendo bene i bordi, verso l’interno, a sigillarli.

Scaldare l’olio di riso per la frittura e portarlo a temperatura: per assicurarsene, mettere uno stecchino nell’olio e controllare se ci sono bollicine intorno, segno che l’olio è arrivato a temperatura.

Friggere gli involtini primavera senza nichel qualche minuto per lato, scolare e mettere su un foglio di carta assorbente o di carta paglia.

Posizionare su un vassoio e servire gli involtini primavera senza nichel, glutine e istamina.

INVOLTINI PRIMAVERA SENZA NICHEL

Ricetta vegan, senza nichel, glutine e istamina.

VEDI ANCHE:

RAMEN SENZA NICHEL A MODO MIO

RICETTE SENZA ISTAMINA

SENZA GLUTINE

RICETTE VEGANE

RICETTE SENZA NICHEL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.