Risotto alla pescatora
lericettedikikkalove

Risotto alla pescatora

Risotto alla pescatora

Risotto alla pescatora

Erano anni che non mi preparavo un risotto alla pescatora e ancora più tempo è passato da quando ne ho mangiato uno al ristorante. Probabilmente, siamo intorno ai 15 anni! Mi era venuta voglia e ho deciso di farlo, ovviamente senza aglio e cercando di adattarlo alle mie esigenze. In questa versione non ho utilizzato le cozze, ma si possono aggiungere alla ricetta, per renderla completa.

Quando si vuole preparare una ricetta con il pesce dove sono presenti le vongole e le cozze, bisogna prendere in considerazione il tempo che ci vuole per la pulizia e lo spurgo. Le cozze vanno spazzolate e private del baffo, mentre le vongole devono spurgare in acqua salata per almeno 1 ora, meglio se per ore, in modo da eliminare la sabbia. Se non si effettua bene questo passaggio, cambiando anche spesso l’acqua, nella vongola rimarrà la sabbia, che si sentirà sotto i denti.

Si può usare pesce fresco o congelato o pesce comprato fresco e porzionato in congelatore, per futuri utilizzi, come faccio sempre io. Io ho preparato una versione meno ricca di pesce, per ridurre i quantitativi di nichel, ma la ricetta classica prevede cozze, vongole, scampi, gamberetti, calamari o totani.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

160 GR RISO ARBORIO

2 CALAMARI

300 GR SCAMPI SGUSCIATI

200 GR VONGOLE

OLIO, SALE, PEPE

PIZZICO DI ROSMARINO

10 ML VINO BIANCO

PEPERONE SECCO FRANTO o un pezzetto di peperone fresco.

Pulizia del pesce:

Metti a spurgare le vongole in acqua salata per qualche ora, anche dal giorno prima. Se usi le cozze, ricordati di eliminare il baffo e spazzolarle per bene, per eliminare la sporcizia da esse. Pulisci i calamari e tagliali a striscioline, dopo aver eliminato le interiora e la pelle esterna. Sciacquali bene e mettili da parte. Sguscia gli scampi e tieni da parte le teste, con cui preparare un fumetto di pesce. Per un buon fumetto, puoi aggiungere alle teste, carota, vino bianco e qualche aroma a piacere, secondo il tuo gusto. Si prepara come il brodo di carne, ma con gli scarti di pesce. Se non li hai a disposizione, puoi usare anche solo le teste, acqua, vino e sale.

Preparazione del risotto alla pescatora:

Dopo aver messo da parte le code degli scampi, prepara una casseruola piccola con acqua, sale, olio e le teste degli scampi. Porta ad ebollizione e fai cuocere una mezz’oretta. Spegni e tieni il brodo di pesce da parte. In un wok, metti olio, le spezie e appena diventa caldo, aggiungi i calamari. Saltali qualche secondo, poi copri con acqua e parte del fumetto e un po’ di vino bianco. Fai cuocere per 30 minuti, aggiungendo acqua, se serve, quindi aggiungi le vongole.

Nel frattempo, sciacqua il riso in una ciotola, per eliminare l’amido in eccesso, quindi versalo nel wok. Fai cuocere altri 10 minuti, quindi aggiungi le code di scampi, il riso e il restante fumetto. Il riso deve cuocere nella padella con il pesce ed il brodo di pesce, per il tempo indicato sulla confezione del riso scelto. Aggiungi altra acqua, se serve e ultima la cottura del riso, fino a che il risotto alla pescatora si è ben amalgamato.

Varianti:

È possibile usare cozze, come già anticipato ed anche scampi interi, oltre che sgusciati, per aumentare l’effetto visivo. Si possono usare anche gamberetti sgusciati o gamberi rosa, in base alle preferenze ed anche ai prezzi☺. Se si ama il riso dal colore più ambrato, è possibile aggiungere zafferano o curcuma, anche se la ricetta classica non lo prevede.

Se non hai dimestichezza con il pesce e non sai come pulirlo, puoi seguire i tutorial dedicati alla pulizia del pesce sul mio canale Youtube. Seguimi passo passo e sarà facilissimo per te preparare questo ottimo primo(clicca qui per guardare la playlist).

Ricetta senza aglio, glutine, ad alto contenuto di nichel.

Vedi anche:

Come ridurre i danni di uno sgarro – Allergia al nichel

 

PRIMI SENZA NICHEL

 

Chi siamoKikkalove

Sono da sempre allergica al nichel, alla polvere, all'aglio, ai profumi e molte alte cose....
Già solo il nichel è un'impresa, ma, purtroppo, le mie allergie sono aumentate perciò....
Idea!!! Iniziare un blog dove raccogliere tutto il mio sapere e la mia esperienza, utile a darmi una mano nella vita quotidiana con le
allergiesia a me che a chi ha problemi simili ai miei, creando piatti gustosi, priva di allergeni si, privo di gusto no!!
Se la ricetta non esiste, la creo!!
Questo blog è dedicato ad allergici, intolleranti, vegani e celiaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.