KIKKALOVE IN CUCINA

KIKKALOVE IN CUCINA

KIKKALOVE IN CUCINA:

KIKKALOVE IN CUCINA

La sezione “Kikkalove in cucina” è una raccolta di alcune astuzie e suggerimenti per gestire l’allergia al nichel nel quotidiano:

Dosaggi di nichel negli alimenti ( clicca qui)

Cibi e alimenti:

La mela è la miglior amica dei nichelini e snassini

-Agrumi,mele, melograno, cachi mela e mango, il litchie e la papaya a go go nel periodo invernale… 

Tutta frutta concessa e con notevoli proprietà….alleate per rinforzare il sistema immunitario

-Preferite il vino alla birra se bevete che ha solo tracce di nichel rispetto alla birra che ne contiene molto. Concessi anche vodka e rum, con moderazione.

-Preparate del brodo vegetale e mettetelo nei sacchetti per il ghiaccio, così lo avrete a portata quando dovete cucinare invece di usare il dado che è nocivo per noi.

-La curcuma, un chelante naturale, si attiva meglio in combinazione con il pepe.

-Anche il golden milk aiuta molto a depurarsi e contro raffreddore,riniti e tosse.

– Quando lessate le verdure, fatene un po’ di più e congelatelo per quando non avete tempo di lessarle…..

Per friggere utilizzate l’olio di riso, che non contiene nichel e rende le fritture anche più leggere e meno oleose ( vedi lista alimenti concessi per altri oli concessi ).

-Quando sostituite l’olio al burro il rapporto è di 8 a 10
Esempio... 100g di burro=80g d’olio ( vedi articolo “ Come sostituire i latticini“)

LIEVITI:

-Quando comprate i lieviti, attenti alla composizione anche del lievito madre….spesso sono fatti con ingredienti tabù, tipo lievito di birra.

– Quando usate il licoli, ricordate che ha bisogno del doppio ( a volte triplo) del tempo di lievitazione rispetto al lievito di birra.

-E’ preferibile usare una combinazione di cremor tartaro e bicarbonato al posto del lievito per dolci o il li.co.li o lievito madre al posto del lievito di birra, tabù per noi Snassini.

– Per risparmiare conviene comprare le confezioni da 1 kg di cremor tartaro e amido di riso.

CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI:

Muffin vegan senza nichel
Muffin in barattolo

Le bustine da freezer sono un valido alleato: permettono la preparazione delle ricette e delle basi in anticipo, per conciliare al meglio le allergie con il lavoro.

Se mettete un pezzo di scottex nel barattolo dove conservate i muffin, questo raccoglierà l’umidità evitando muffa e facendo rimanere i muffin freschi più a lungo( a me si conservano anche 5 gg cosi)

Questo trucchetto vale anche per biscotti e prodotti umidi, come anche il pane, soprattutto quello fatto in casa.

Il pane fatto in casa, conviene conservarlo avvolto in carta e poi dentro un portapane in cotone o un sacchetto di plastica o ,meglio ancora, in un sacchetto di carta per alimenti.

Il pane si puo congelare una volta cotto.

All’occorrenza, metterlo in forno a  200 gradi per 10 minuti: tornerà fresco e fragrante.

-Potete congelare la pasta fresca in freezer dopo averla preparata, lasciandola prima ad essiccare per un’ora.
Riponetela, quindi, già porzionata in piatti di plastica ricoperti di pellicola, nel freezer per qualche ora.
Passato il tempo, la pasta sarà congelata separatamente e quindi si potrà passarla nelle bustine da congelatore

-La torta all’acqua o al caffè, può essere porzionata e congelata, per essere pronta all’occasione e usata anche come base pan di Spagna.

CARNE E ALLERGIE:

La carne rossa di vacca e vitellino contiene proteine del latte.

Preferire carne di manzo o vitellone svezzato che non dovrebbero contenerlo.

Acquistare carne solo dal macellaio di fiducia, che può assistervi nella scelta dei tagli senza proteine del latte.

Evitate la carne dei supermercati per quando riguarda la carne rossa.

Le salsicce, se acquistate senza additivi  e aromi, sono concesse sia agli allergici al nichel che agli intolleranti all’istamina: prendete quelle preparate solo con sale e pepe o senza neanche il pepe, se non lo tollerate.

E’ meglio comprarle dal macellaio di fiducia, assicurandosi che tutti gli ingredienti siano concessi, che non al supermercato.

Pentolame e utensili in cucina:

-Preferite scolapasta in plastica e utensili da cucina in plastica e silicone per non rigare le pentole.

-Tra una pentola e l’altra mettete uno scottex per proteggerla dai graffi e allungarle la vita

-Cercate di comprare sempre pentola e utensili senza nichel o PFOA FREE.

-Marchi di  pentole Nichel free: Bialetti, Aeternum, di cui io ho molte pentole, tra cui anche la bistecchiera( clicca qui per la recensione bistecchiera e video tutorial su come pulirla senza rovinarla clicca qui); Ballarini; Pantone;

 

DITTE NICHEL TESTED CERTIFICATE:

-Esistono delle marche di stoviglie studiate appositamente per persone allergiche, che sono nichel free:

-Preferite al metallo la plastica, il silicone e per quanto riguarda l‘acciaio, deve essere 18/00 o acciaio al carbonio, che non contengono nichel nella lega.

L’alluminio dese essere senza nichel nella lega , cioe puro al 100%.

-Usate teglie e ciotole in vetro Pirex o in silicone.

-L’utilità della macchina del pane è che si mettono tutti gli ingredienti nelle vaschette e fa tutto da sola: impasta, lievita e cuoce.

Ovviamente non darà una crosta croccante ma potete scegliere quali ingredienti usare e quali ingredienti speciali mettere nel vostro pane.

Informatevi sempre sulla composizione delle macchine per accertarvi che siano adatte alle vostre esigenze.

In ogni caso, se non riuscite a trovare nulla, a freddo non dovrebbe esserci rilascio di nichel.

Per esempio la Panasonic fa delle macchine con contaminazioni di nichel irrisorie, soprattutto nei modelli con l’interno in polvere di diamante ( es. Panasonic SD-ZB2512KXE 550 W argentato).

-Ci sono anche macchine del pane gluten free specifiche per i celiaci.

I suggerimenti di Kikkalove in cucina:

-Cercate di farvi da soli la maggior parte delle preparazioni se potete.

Pane, pizza, focacce, piadine ecc…oltre che a guadagnarne in salute ne guadagnerete in gusto.

Il pane lo potete preparare con il vostro forno o ci sono le macchine del pane, anche specifiche per pane  e dolci senza glutine.

Leggete bene gli ingredienti quando fate la spesa….
Se riuscite, preparate da voi biscotti e dolci che quelli confezionati sono veleno per noi #snassini

-Quando usate degli ingredienti umidi, come frutta o anche gocce di cioccolato, che vanno dentro degli impasti morbidi, tipo muffin infarinateli un pò prima di aggiungerli all’impasto.
In questo modo, non affonderanno e rimarranno ben inglobati nella ricetta.
I mirtilli, invece, li potete passare 10 minuti in freezer, in modo che non esplodano in cottura.

-Preparate del brodo vegetale e mettetelo nelle bustine per il ghiaccio che vanno in freezer.

In modo potrete aggiungerlo nelle vostre ricette e al posto del dado industriale, tabù per chi allergico al nichel e, sconsigliato in generale perchè contiene un sacco di additivi non concessi.

-Quando avete tempo, lessate più verdure e, parte di essa, mettetela nelle bustine freezer, già porzionata, per averla pronta quando tornate tardi o non avete tempo per far lessare le verdure.

Così avrete la vostra porzione di verdure sempre pronta, che andrà solo ripassata nell’olio.

KIKKALOVE IN CUCINA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.