LISTA NI FREE

SEZIONE DEDICATA ALLA LISTA DEGLI ALIMENTI CONCESSI E VIETATI E ALLE ALTRE ALTRE SOSTANZE DA ELIMINARE O COME SOSTITUIRLE

Di sotto elencati alcuni degli argomenti presenti in questa sezione:

ALIMENTI CONCESSI

ALIMENTI VIETATI

CONSERVANTI E COLORANTI DA EVITARE

COME SOSTITUIRE IL LATTE VACCINO

COME SOSTITUIRE IL BURRO NELLE RICETTE

COME SOSTITUIRE LE UOVA NELLE RICETTE

COME SOSTITUIRE IL LIEVITO DI BIRRA NELLE RICETTE

COME SOSTITUIRE IL LIEVITO PER DOLCI NELLE RICETTE

IL CREMOR TARTARO- COS’E’ 

IL BICARBONATO DI SODIO- COME UTILIZZARLO

IL ROUX

L’INCI- COS’E’

Voglio comunque ricordare che le percentuali di nichel sono variabili in base all’aria, all’acqua, al terreno, ai pesticidi usati, alla presenza di fabbriche di nichel nei dintorni o altre strutture che potrebbero alterare la concentrazione del metallo negli alimenti sia concessi che vietati.

Consiglio di provare più volte, comprando in posti diversi gli alimenti concessi per vedere se hanno una concentrazione bassa e danno poco fastidio all’ organismo.

Stesso discorso vale per gli alimenti vietati. Dopo una prima fase di dieta detox, è bene capire quali sono gli alimenti vietati che provocano una reazione alta e quali l’organismo riesce a tollerare, in modo da poterli inserire nella  dieta a rotazione per riacquistare un pò di tolleranza.

Ho constatato sulla mia pelle che gli alimenti che ho tolto da tanti anni, come l’aglio a cui sono allergica, mi provocano, ora, una reazione al limite dello shock anafilattico perchè il corpo ha dimenticato l’alimento e ha eliminato dalla sua memoria gli anticorpi per esso.

Siccome in Italia, le persone allergiche al nichel non vengono ancora prese in considerazione e trattate sotto gamba, è utile la dieta a rotazione per evitare spiacevoli episodi quando si fva fuori a cena con gli amici o ci si trova fuori casa per qualsiasi motivo.

Rimane comunque sottinteso che va spiegato, nei minimi dettagli al ristratore, di cosa si soffre e di cosa evitare, tipo contaminazione indiretta, quando si va a cena fuori, per esempio, in modo da ridurre al minimo i rischi.