CREMOR TARTARO

CREMOR TARTARO

CREMOR TARTARO

CREMOR TARTARO

o bitartrato di potassio è un sale acido, chiamato appunto anche acido tartarico, che possiede proprietà lievitanti naturali, ricavato dalla fermentazione del vino.

E’ un residuo del processo di vinificazione, è un agente lievitante naturale estratto dall’uva con un processo di sintesi chimica.

Ha un aspetto da incolore a bianco, inodore.

La sua particolarità è che può essere utilizzato da solo oppure attivato con il bicarbonato di sodio.

E’ un prodotto naturale adatto ai chi è allergico al nichel, ai lieviti; agli intolleranti all’istamina; ai celiaci perchè gluten free; ai vegetariani e vegani.

Il cremor tartaro conferisce una morbidezza estrema ai lievitati e li fa “gonfiare” senza appesantirli e senza alterarne il gusto.

Può essere usato sia per le ricette dolci, che per quelle salata ed anche per lievitati senza lievitazione ( per es: pizza in padella senza lievito; fagottini alle verdure senza lievito).

Per un’ottimale potere lievitante, deve essere usato nelle giuste dosi, meglio ancora se insieme al bicarbonato di sodio.

Nei biscotti può essere usato da solo, nelle torte e lievitati, va usato insieme al bicarbonato, in modo da sviluppare maggiore gas di reazione.

Il cremor tartaro, come anche il bicarbonato di sodio, hanno un potere lievitante di breve durata.

La reazione chimica che produce i gas usati per far lievitare gli impasti è più forte nel breve periodo e va diminuendo con il passare del tempo.

Per questo motivo è importante aggiungerlo per ultimo agli impasti, subito prima di infornare.

Può essere usato anche per fare il pane, ma senza lievitazione o con una lievitazione molto breve, per sfruttare il potere lievitante, al massimo delle sue capacità.

E’ come quando si usano limone e bicarbonato, che crea subito una schiuma gassosa, che scema in pochi minuti.

Questo esempio, dovrebbe far capire, come sfruttare al meglio il cremor tartaro nelle ricette.

Di seguito le dosi da usare in ricette dolci e salate:

DOSAGGI:

  • 8 gr di bicarbonato + 5 gr di cremor tartaro ( per una bustina di lievito da 16 gr)
  • 8 gr di bicarbonato + 8 gr di cremor tartaro
  • 5 gr di cremor tartaro+ 3 gr di bicarbonato (per mezza bustina di lievito)
  • 5 gr di cremor tartaro + 3 gr di bicarbonato + 2 gr di amido di riso

     ( baking powder)

  • 6 gr di cremor tartaro + 20 ml di aceto (di mele per i nichelini)*
  • 6 gr di cremort tartaro + 20 ml di succo di limone*

* se non si ha a disposizione il cremor tartaro si può usare il bicarbonato con il succo di limone o aceto, per avere l’effetto lievitante nelle torte.

Queste ultime due opzioni non vanno usate per chi è intollerante all’istamina.

Vedi qui il video per fare il lievito per dolci in casa

Vedi anche:

COME SOSTITUIRE IL LIEVITO PER DOLCI NELLE RICETTE

IL BICARBONATO DI SODIO

COME FARE LA PASTA FROLLA ALL’OLIO VEGAN SENZA NICHEL

PANNA MONTATA DI RISO FATTA IN CASA SENZA NICHEL E LATTOSIO

COME FARE IL BURRO DI RISO VEGAN SENZA NICHEL E GLUTINE IN CASA

RICETTE VEGANE

RICETTE SENZA ISTAMINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.