TORTA ALL’ACQUA IN PADELLA SENZA NICHEL

La torta all’acqua in padella è un’ottima soluzione per non accendere il forno, soprattutto se  fuori le temperature superano i 30 gradi ma la voglia di dolce rimane un tarlo nella testa e, quando non si possono acquistare dolci, trovare soluzioni alternative è necessario.

Questa torta ha un gusto pieno ed è ottima per la colazione, la merenda o per un attacco di voglia di dolce improvviso, senza rimorsi, visto che è un dolce abbastanza leggero da mangiare, per la mancanza di latticini e uova.

INGREDIENTI:

250 GR FARINA 00

250 ML ACQUA

150 GR ZUCCHERO A VELO O SEMOLATO(solo quello senza amido di mais)

40 ML OLIO DI RISO

18 GR BAKING POWDER

SUCCO E SCORZA DI UN LIMONE

1 PIZZICO DI SALE

2 CUCCHIAI DI SCIROPPO D’ACERO ( io uso quello della Probios)

1 PIZZICO DI ZENZERO

Setacciare la farina insieme a tutti i solidi( farina, zucchero, lievito e sale) e mescolare.

In un bicchiere versare l’olio e aggiungere lo zenzero e la scorza di limone. Lasciare in infusione 10 minuti.

Dopo qualche minuto, versare l’olio speziato nell’acqua, girare, quindi versare l’emulsione la centro delle polveri e girare prima con una spatola fino ad ottenere una piuttosto molto liquida, vellutata e priva di grumi.

Usare un frullatore elettrico per un paio di minuti per eliminare  i grumi.
Versare il succo di limone e mescolare bene.

Scaldare una padella con coperchio ricoperta di carta forno.  Io aggiungo un secondo foglio sotto piegato in 2 per cercare di far bruciare di meno la base della torta.

Versare l’impasto nella padella e cuocere a fuoco bassissimo, sulla fiamma più piccola per 30 minuti.

Capovolgere la torta coprendolo con della carta forno per non farlo attaccare e, aiutandovi con un coperchio, ribaltare la torta e completare la cottura per altri 15 minuti almeno.

Attenti a non far bruciare troppo la superficie.

Cercate di aprire il meno possibile il cipcoperc altrimenti perde la temperatura e ci vorrà più tempo, con il rischio che non si cuocia perfettamente

Far raffreddare su una gratella e cospargere di zucchero a velo.

Il dolce rimane soffice e spugnoso.

Ricetta  vegan. adatta a chi è allergico al nichel, alle proteine del latte e alle uova, a chi è intollerante al lattosio

Si conserva per qualche giorno sotto una campana di vetro.

2 VERSIONE:

La prima versione che ho fatto di questo dolce è stata con un cucchiaino di pasta d’arance nell’impasto.

Lo sciroppo d’arancia e lo zenzero sono state la seconda versione.

Si può anche usare del cioccolato in polvere se si vuole una versione cioccolatosa( nonper gli allergici al nichel).

Non vedo l’ora di pensare altre alternative e sapori da aggiungere al mio impasto per insaporire questo dolce!!

Ancora neanche si raffredda che già lo mangerei tutto e penso a farne un’altro.

Volendo si può anche cucinare in forno  a 160 ° C gradi per 40 minuti almeno.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.