COME CUCINARE GLI AGRETTI

La salsola soda (detta anche riscolo, barba di frate,barba del Negus o agretto) è una pianta appartenente alla famigliaChenopodiaceae (assegnata alle Amaranthaceae dalla classificazione APG).

È una specie di piccole dimensioni (massimo 70 centimetri), annuale, e possiede foglie e fusto succulenti. Cresce abitualmente nelle zone costiere ed è originaria del bacino del Mediterraneo.

Il loro ciclo di vita è annuale e sono disponibili sul mercato nel periodo primaverile ed estivo precoce. Si trovano nei mercati o al supermercato da fine marzo, ma temperature miti possono farlo comparire sui banchi in anticipo.

Gli agretti hanno l’aspetto di fili d’erba e ricordano l’erba cipollina, con foglioline molto sottili e allungate e vengono venduti a mazzi, il cui prezzo di solito oscilla sugli € 1,80/2.

Hanno un sapore delicato e acidulo, sono poco calorici e ricchi di vitamina C, vitamina A, calcio, fosforo e fibre, perciò utili per l’intestino.

Non compaiono nella lista degli alimenti vietati per gli allergici al nichel, ma io li metterei nella zona “ni”.

Ho notato, infatti, che a volte mi danno problemi e a volte no; molto dipende anche dalla composizione e quantità di nichel presente nel terreno immagino. In ogni caso, anche se ne consiglio l’uso con moderazione e di valutare sul proprio corpo i possibili effetti degli agretti, sono delle verdure versatili in cucina.

La modalità classica e più usata di cottura degli agretti è quella di lessarli in acqua salata per una quindicina di minuti e condirli con olio, sale e limone. Si possono mangiare come contorno, per accompagnare carni o pesce.

 

Altro modo di usarli dopo averli lessati è quella di passarli in padella e poi servirli, oppure di utilizzarli con le uova per farci una frittata.

Invece dell’olio, si possono ripassare in padella con il burro, con aggiunta di parmigiano (sempre se non siete allergici o intolleranti a questi alimenti, che, altrimenti, eviterei)

Recentemente li ho provati a cuocere direttamente in padella, tagliando il mazzo di steli in 3 parti, con olio, sale e pepe a cui aggiungere, volendo macinato, salsiccia, carni o pesce o in torte salate.

Il risultato sarà un piatto, primo o secondo che sia dal sapore delicato ma gustosa e accattivante.

Di seguito vi lascio le foto di come si lessano gli agretti, nella versione classica conditi con olio, sale e limone e alcune ricette dove ho usato gli agretti


Gli agretti possono essere utilizzati  da vegani e celiaci.

Per gli allergici al nichel, gli agretti vanno consumati con moderazione e solo in reintroduzione poichè vengono considerati a medio contenuto di nichel.

E’ anche vero che dipende dal terreno in cui vengono coltivati. Ho riscontrato sulla mia persona che a volte li tollero a volte no, in base a dove li acquisto. Se trovate un tipo che vi dà meno problemi comprate sempre quello.

Eliminare tutta la parte rossa delle radici
Sciacquare sotto acqua corrente
lessare in acqua salata 15/20′
Scolare in una ciotola forata
Agretti su pizzetta fritta

PIPE CON AGRETTI, RAPA BIANCA, ZUCCHINA E MACINATO

MEZZE PENNE CON AGRETTI E PANCETTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.