COME SOSTITUIRE IL LIEVITO PER DOLCI NELLE RICETTE

baking powder

Un valido sostituto del lievito per dolci confezionato per chi è allergico al niche, ai lievito o, semplicemente, vuole un prodotto più naturale è il bicarbonato di sodio che può essere utilizzato da solo, in combinazione con il cremor tartaro o con un’altra componente acida, come aceto di mele o limone.

Il cremor tartaro, o bitartrato di potassio è un sale acido, chiamato appunto anche acido tartarico, che possiede proprietà lievitanti naturali, ricavato dalla fermentazione del vino.

E’ un residuo del processo di vinificazione, è un agente lievitante naturale estratto dall’uva con un processo di sintesi chimica.

Ha un aspetto da incolore a bianco, inodore.

La sua particolarità è che può essere utilizzato da solo oppure attivato con il bicarbonato di sodio.

E’ un prodotto naturale adatto ai chi è allergico al nichel, ai lieviti, ai celiaci perchè gluten free e ai vegetariani e vegani.

Il cremor tartaro conferisce una morbidezza estrema ai lievitati e li fa “gonfiare” senza appesantirli e senza alterarne il gusto.

 

– 8 gr di bicarbonato + 5 gr di cremor tartaro ( per una bustina di lievito da 16 gr)

– 8 gr di bicarbonato + 8 gr di cremor tartaro(altra opzione)

– 5 gr di cremor tartaro+ 3 gr di bicarbonato( per mezza bustina di lievito)

-6 gr di ammoniaca per dolci

  • 5 gr di cremor tartaro + 3 gr di bicarbonato + 2 gr di amido di riso( baking powder)

Il lievito chimico o lievito istantaneo, conosciuto anche come polvere lievitante o baking powder, è un ingrediente essenziale per rendere le vostre preparazioni soffici e leggere, aumentandone nel contempo il volume, in tutti quei casi in cui l’impasto è troppo debole, di struttura o di sapore.

Si usa soprattutto per i dolci, per le composte di uova, che non hanno bisogno di una lunga lievitazione

Si tratta di un agente lievitante secco, composto da un elemento basico e da uno acido, che per reazione chimica, attivata dal calore o dall’acqua, producono anidride carbonica, che facendo così lievitare dolci e pastelle.

Si aggiunge per ultimo alle preparazioni perchè ha un processo di lievitazione molto breve, non permette all’impasto di lievitare prima di essere infornato ma, una volta messo, l’impasto va subito infornato prima che svanisca l’efficacia del lievito.

In commercio si vendono bustine da 16 gr ma, per chi è allergico al nichel, è importante leggere l‘INCI per assicurarsi che non siano presenti amido di mais o altri ingredienti vietati.

Potete però prepararlo da soli a casa e conservarlo in un barattolo ermetico da usare quando ne avrete bisogno.

 

BAKING POWDER:

 

– 50 gr di cremor tartaro

– 30 gr di bicarbonato

– 20 gr di amido di riso

 

Unite tutti gli ingredienti e metteteli in un recipiente chiuso ermeticamente.

Usate poi il vostro baking powder ogni volta che vi servirà:

 

– 16 gr per sostituire una bustina di lievito

– 8 gr per mezza bustina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.