COLORANTI E CONSERVANTI DA EVITARE

Il quantitativo di nichel negli alimenti e negli ingredienti non è mai indicato nell‘INCI, cioè nella composizione del prodotto come nichel, ma sotto forma di componenti che lo compongono.

E’ fondamentale, quindi, leggere molto bene la lista degli ingredienti e portare sempre con sè una lista di eccipienti non consentiti:

Additivi, pesticidi, carragenina o E407(si trova nella panna montatae nei formaggi freschi), coloranti, conservanti (di qualsiasi tipo tranne acido citrico e acido ascorbico), aromi, olio e grassi idrogenati, grassi vegetali, crema di lievito, estratti di pomodoro, edulcoranti,dado industriale(qualsiasi tipo)

– Dolcificanti industriali, zucchero d’uva, proteine vegetali, tamari, miso, tempeh, kokkoh, maltodestrina, malto,malto d’orzo, maltodestrine, maltitolo, sciroppo di glucosio-fructosio-destrosio-maltosio, pectina artificiale(pectina di frutta è concessa), alghe varie, menta

-Semi e oli di semi, semi di tara, oli e grassi idrogenati, olio di cocco, olio di colza,olio di palma, olio di girasole, oli di mais, olio di semi vari, rosa canina, karkadè

-Pappa reale, soia e lecitina di soia(presente in molte medicine anche), lecitina di girasole, burro di cacao, amido di mais

-Farina di carrube,farina di semi di carrube, farina di guar -Diphosfati, diossido di sodio, lievito chimico(di qualsiasi tipo tranne bicarbonato o carbonato di ammonio, carbonato o bicarbonato di sodio,cremor tartaro) mono e digliceirdi di grassi acidi(E471)

E22o(anidride solforosa)

-Nitrati, nitriti,aceto(tutti contengono lievito)

-E322(emulsionanti ricavati dalla soia), E410, E 411(farina di semi di avena), E412, E417(gomma o semi di tara), E426, E440, E441, E479b, ecc

 

Ovviamente, con i prodotti industriali è quasi impossibile evitare tutti questi ingredienti, perciò, la soluzione migliore, rimane quella di cercare di limitare al minimo la presenza di queste sostanze.

Vi consiglio caldamente di iniziare a farvi da voi la maggior parte delle cose, in modo da controllare gli ingredienti e scegliere solo quelli concessi. Piano piano prenderete la mano e, oltre ad aumentare le vostre doti culinarie, ne guadagnerete in salute.

Io ho tolto praticamente quasi tutti i prodotti industriali e, quando vado a fare la spesa, leggo tutti gli ingredienti di quello che vorrei comprare per evitare gli ingredienti tabù…

Vi dico subito che dovete armarvi di pazienza e avere tempo per questa operazione. Vi posso però aiutare dicendovi che, dopo aver passato ore e ore a leggere l’INCI di ogni prodotto prima dell’acquisto, dovete evitare TUTTE le marche più famose. Soprattutto per chi, come me, è allergico al nichel, ai latticini, alle uova e a quasi tutti i conservanti e coloranti che contengono nichel, l’unica soluzione rimane quella delle piccole ditte di nicchia che, ovviamente costano di più, ma stanno attenti ai materiali utilizzati.

Purtroppo la nostra condizione non è economica!!

Ancora veniamo considerati dal Ministero della Salute quindi ridurre l’impatto allergico durante la spesa è difficoltoso ma non impossibile.

Spero di essere stata d’aiuto con questa lista per aiutarvi nel quotidiano. Di seguito vi lascio un link di una tabella di coloranti, molto utile e  consiglio vivamente di andare a leggere l’articolo completo, dove viene anche spiegato dove sono presenti questi coloranti, ricordando sempre che gli allergici al nichel dovrebbero evitarli a priori.

Ho trovato in rete un articolo molto interessante ed utile, da cui ho estratto questa breve lista, dove evidenzio in grassetto i coloranti che chi è allergico ed asmatico dovrebbe cercare di evitare sempre.

Una breve sintesi, soprattutto per gli asmatici come me: E 100 (curcumina, non tossico); E 101( riboflavina o lattoflavina, derivata dalla B 12, nontossico); E 102 (tartrazina, da evitare per gli asmatici e chi allergico all’aspirina); E 104 (causa dermatiti); E 107 ( Giallo G, causa allegie e asma); E 110 (vietato ad asmatici e allergici all’aspirina e ai bambini); E 120 ( vietato ad asmatici, allergici e bambini); E 122 (vietato ad allergici ed asmatici);E 123( cancerogeno; vietato ad allergici ed asmatici);  E 127 ( sconsigliato a bambini; porta all’ipertiroidismo);E 129 (vietato agli allergici): E 131 (sconsigliato agli allergici); E 132( leggermente tossico: sconsigliato ad allergici e bambini); E 133 ( tossico; dannoso per bambini); E 140 (nessun effetto nocivo); E 141 ( nessun effetto nocivo); E 142 ( nessun effetto nocivo); E150 – E150b – E150c – E150d ( tossico); E 151 ( tossico, sconsigliato ai bambini); E 153 (potenzialmente cancerogeno); E 160a (nessun effetto  nocivo noto); E 160b ( nessun effetto nocivo noto); E 160d ( estratto da pomodoro; sconsigliato agli allergici);E160f(nessunefftto nocivo noto); E 161( nessun effetto nocivo noto); E 161a (nessun effetto nocivo noto); E 161 b (non nocivo); E161c ( non nocivo); E161d ( non nocivo); E161e (non nocivo); E161f ( non nocivo); E161g (non sono noti effetti nocivi); E171 (meglio evitarlo); E172(ossidi di ferro, meglio evitarli); E173(alluminio; vietato agli allergici);

 

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/tabella-dei-coloranti.html
Copyright © Alimentipedia.it

 

http://www.alimentipedia.it/tabella-dei-coloranti.html

Per ulteriori approfondimenti

https://www.cibo360.it/alimentazione/chimica/additivi/conservanti.htm

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.